Idropitture e Rivestimenti per esterni

Quale scegliere?

La scelta e l’applicazione di uno specifico tipo di finitura, esso sia una semplice Idropittura e/o un Rivestimento, è lo step finale di un processo di analisi necessario per non commettere errori. Il ciclo ottimale si conclude con la corretta scelta e applicazione di una determinata finitura per esterni, ma richiede prima tre attività fondamentali:

  • La valutazione del supporto, occorre studiarne la natura e le caratteristiche
  • Le operazioni di ripristino dell’integrità del supporto
  • L’applicazione di prodotti idonei per la preparazione del fondo per migliorarne l’adesione

Terminate queste 3 procedure essenziali, si può passare a scegliere il tipo di finitura più adatto, restando fermo che ci possono essere dei fattori esterni che possono influenzare l’andamento del ciclo: uno di questi ad esempio, la tipologia di edificio ed i relativi materiali impiegati.

Finiture Organiche

Idropittura/Rivestimento Acrilico

La finitura per esterni di tipo acrilico, è un prodotto a basso assorbimento e bassa traspirabilità. Il Ciclo aderisce perfettamente ai supporti per contatto fisico.

Idropittura/Rivestimento Silossanico

La finitura per esterni di tipo silossanico, presenta caratteristiche di basso assorbimento ed alta traspirabilità. Ha come legante una resina silossanica, la cui peculiarità è quella di respingere l’acqua proveniente dall’esterno e allo stesso tempo consentire l’evaporazione esterna del vapore acqueo

Finiture Minerali

Idropittura/Rivestimento ai Silicati

La finitura sviluppa l’adesione al supporto attraverso la reazione chimica. Si può applicare solo su fondo minerale. Grazie allo strato uniforme che si viene a creare col supporto, le finiture ai silicati garantiscono longevità nel tempo delle facciate degli edifici.

Idropittura ed Intonachini a Calce

Le soluzioni a base calce è l’altra tipologia di prodotto minerale per le finiture per esterni. L’adesione avviene per reazione chimica tra la calce libera del prodotto e quella contenuta nel supporto. Il supporto deve quindi presentarsi integro ed avere delle caratteristiche che consentano la fusione della calce libera.